Codice condotta Viaggi e Animali/ RAM e LAV. Cosa deve fare il turista?

 
Codice di Condotta su Animali e Turismo
RAM e LAV, 2010
 
    
 
COSA PUO’ FARE IL TURISTA?Prima della partenza:
 
1/ Contatta una organizzazione animalista e chiedi se nel luogo di destinazione ci sono delle realtà che si occupano di salvaguardia degli animali e se è possibile organizzare una visita. Informati su quali sono le Leggi a difesa degli animali nel Paese che intendi visitare e chi chiamare in caso di aiuto.
 
2/ Affidati ad agenzie di viaggi e tour operator che non promuovono visite a strutture con animali in cattività o attività con sfruttamento di animali.
3/ Se acquisti un pacchetto turistico, accertati prima che non preveda attività con abuso di animali.
 
Durante la vacanza:
1/ NON visitare zoo, circhi, delfinari o altre strutture con animali in cattività.
Nella maggior parte dei casi, infatti, queste possono rimanere aperte solo grazie ai soldi che i turisti pagano per il biglietto d’ingresso.
Qui gli animali sono spesso costretti a vivere in condizioni orribili e sottoposti a torture. Alcune attività che sembrano naturali, educative e divertenti (come ad esempio nuotare con i delfini) implicano invece sofferenze indicibili e crudeltà per gli animali coinvolti.
 
2/ Non comprare mai souvenir fatti con componenti animali.
Se vedi in vendita prodotti di animali selvatici, prendi nota del luogo, data e altri dettagli e al tuo rientro passa queste informazioni ad una associazione animalista (se possibile scatta anche qualche foto per documentare il tutto).
 
4/ Non accettare la cultura come una scusa per la crudeltà.
Il combattimento dei galli, la corrida e l’utilizzo di animali in feste religiose o altri festival possono essere considerati come parte della tradizione locale, ma è scorretto ricorrere alla ‘cultura’ usandola come paravento dietro il quale svolgere attività crudeli. Rifiuta quindi di assistere ad eventi del genere. Il tuo potere d’acquisto è importante, basti pensare che più della metà delle corride si svolgono per i turisti. Migliaia di tori quindi muoiono a causa di questa scelta negativa.
 
5/ Al di là delle tue scelte alimentari personali, non provare piatti locali che prevedono carni di animali selvatici o domestici.
Le carni esotiche spesso implicano torture: i cani in Corea vengono torturati fino alla morte perché si crede che ciò aumenti la ‘potenzialità’ della loro carne; la carne di tartaruga viene estratta dall’animale ancora vivo, ecc.
 
6/ Non fare l’elemosina a coloro che ti offrono di scattare foto con un animale.
I cuccioli sono catturati, separati dalle madri (che spesso vengono uccise) e portati in città per sfruttarli con i turisti. Molto spesso vengono drogati affinché stiano tranquilli. Non farti intenerire dalla vista di un animale sofferente, è con il tuo denaro che chi sfrutta gli  animali potrà continuare a farlo.
 
7/ Non usare gli animali per escursioni e safari e non avallarne le corse e competizioni.
Nella maggior parte dei casi, infatti, gli animali coinvolti per trasportare i turisti (sul dorso o turando una carrozzella) non vengono nutriti a sufficienza, non hanno riparo dal sole e vengono picchiati affinché rimangano sottomessi.
 
8/ Non assistere a spettacoli con animali.
Gli animali vengono obbligati ad intrattenere i turisti e sono sottoposti a enorme stress e dolore. Non è naturale per un animale andare in bicicletta, saltare in un cerchio, vestirsi come bambini, danzare, ecc. Per fare tutto questo, vengono maltrattati e sottoposti a sofferenze quotidiane.
 
9/ Se il tour operator al quale ti sei rivolto o l’albergo dove alloggi organizza delle attività che prevedono la visita a strutture con animali in cattività, opponiti, denuncia la cosa.
Spiega loro che non dovrebbero promuovere tali crudeltà e che al tuo rientro scriverai al loro ufficio principale.

LAV
Via Piave 7 – 00187 Roma
Tel: 06 4461325
Fax: 06 4461326
e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
sito: www.lav.it

RAM VIAGGI INCONTRO
Via Molino Nuovo 8/B - 16030 Avegno (Ge)
Tel: 338/1606910 – 348/7027710
Fax: 0185/799087
e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
sito: www.ramviaggi.it

 

Giustizia (anche nei viaggi)

RAM - Eventi del mese

Ram Viaggi srl