Il rapporto con gli animali nei viaggi: cosa sta facendo RAM

RAM Viaggi dedica un’attenzione speciale al rapporto con gli animali. Lo fa in prima persona, nella propria operatività, ma anche in termini di operazione culturale complessiva, discutendo l’ambito dei viaggi e del turismo a tutto tondo, sul piano etico e sociale.

1. RAM crede ad un approccio complessivo volto al rispetto, che tiene conto dei diritti anche delle altre specie che non siano l’uomo (vedi il Codice di Condotta “Rispetto per tutte le creature senzienti”). Questo è stato redatto, e sottoscritto insieme alla LAV, la Lega Antivisezione, con cui esiste un’alleanza basata su un’identità di vedute.
 
2. Marta Di Cesare di RAM, la nostra “responsabile animali” sta preparando un libro sull’argomento degli animali e del turismo, in cui esamina la “forma mentis” attraverso la quale gli umani, viaggiando, sfruttano regolarmente le altre specie, con una carrellata sui casi in cui l’industria turistica sistematizza tale sfruttamento, e mille idee/consigli su quello che invece possiamo fare per comportarci adeguatamente.   
 
3. Nell’operatività RAM, poi, numerosi viaggi in paesi diversi, interagiscono con uno o più progetti di “liberazione” animale, o di sostegno ad organismi che si occupano di animali: quelli “esotici” (come orsi o elefanti) ma anche quelli “comuni” (come cani, gatti, asini, mucche). 
Nella descrizione dei singoli viaggi RAM, quelli con una componente di questo tipo – che implicano l’interazione con animali – vengono contraddistinti dal simbolino apposito (una mano con la zampa di un animale).

Giustizia (anche nei viaggi)

RAM - Eventi del mese

Ram Viaggi srl